• Che cos’è?

    È l’iniziativa per il 2018/2019 rivolta a tutte le studentesse e gli studenti, promossa dal Msac, per la valorizzazione del Comitato Studentesco. Il titolo rappresenta il senso dell’iniziativa: approfondire, non scorrere oltre, ma dedicare del tempo e della cura a ciò che viviamo. In modo particolare il tema del nostro approfondimento è il Comitato Studentesco, uno degli organi collegiali previsto dal DLGS n. 297/1994 e dal DPR 567/1996. Per trovare tutte le informazioni sugli obiettivi e sul funzionamento del compitato basta leggere la scheda “Il Comitato Studentesco”.

    • Obiettivo

    Promuovere l’istituzione, nei casi in cui non ci sia, o la valorizzazione, lì dove sia formato, del Comitato Studentesco. Abbiamo constatato infatti che, tra tutti gli organi collegiali, il Comitato Studentesco è il meno conosciuto,  invece è un valido strumento di educazione alla partecipazione e costruzione comunitaria del bene della scuola. Esso riunisce i e le rappresentanti degli studenti e delle studentesse con il compito di formulare proposte e pareri al Consiglio di Istituto, anche in merito alle attività integrative. Può diventare una preziosa occasione di confronto fra i e le rappresentanti degli studenti e delle studentesse nel Consiglio di Classe, nel Consiglio d’Istituto e nella Consulta Provinciale degli Studenti. Purtroppo, però, la poca conoscenza dell’Organo Collegiale fa si che, per gli studenti e le studentesse, tante delle possibilità di esprimersi e collaborare rimangano incolte.

    • Le fasi

    Il progetto si articola in due fasi. La prima ha riguardato la preparazione e il lancio dell’iniziativa nei mesi di giugno, luglio e agosto. Invece la seconda fase, iniziata a settembre, prevede un comunicato stampa nazionale e comunicati stampa locali (a cura dei circoli diocesani) per dare notizia dell’avvio dell’iniziativa e l’accompagnamento a cura della Task Force Rappresentanza del Msac di tutte le scuole in cui sarà avviata la nascita del Comitato.

    • In quale contesto si inserisce

    Il prossimo anno è particolarmente denso per contenuti e attività. Nel 2018 il Msac vivrà due eventi nazionali: la Mo.Ca. (Movimento in Cantiere) e la SFS (Scuola di Formazione per Studenti). Il primo convegno riguarda temi prettamente scolastici, con attenzione specifica allo studio della legislazione e all’elaborazione di proposte. Invece la Scuola di Formazione per Studenti è l’evento dedicato a tutte le studentesse e gli studenti d’Italia per una tre giorni di alta formazione e confronto. Per entrambi i convegni il tema scelto (filo conduttore di tutto l’anno) è lo spirito critico, inteso in modo letterale: saper elaborare un giudizio personale analizzando le cose nei loro aspetti problematici. Durante la Mo.Ca. cercheremo di capire come la scuola può educare sempre di più la capacità delle studentesse e degli studenti a farsi domande. Invece durante l’SFS ci concentreremo sulla riscoperta dello spirito critico per una partecipazione consapevole finalizzata al bene società e del mondo in diversi ambiti (politico, economico, tecnologico e comunicativo, ecologico, etc.).

    SWIPE UP rappresenterà il gesto concreto che accompagnerà l’anno 2018/2019, per dare gambe e concretezza al nostro sogno di scuola!

    “Vogliamo tornare alle domande, cercare di cogliere la complessità delle tematiche e dei problemi per non accettare risposte banalizzanti, risposte su cui non abbiamo riflettuto. Riposte che ci inducono a scegliere senza pensare. Solo così sarà possibile partecipare in modo costruttivo, mettendoci a servizio di una realtà e non di un’idea o, ancor peggio, di un’idea pensata da altri: vogliamo riscoprirci spiriti critici per accrescere e valorizzare la partecipazione.”

    (Dal progetto “Chiedilo alle domande”, vincitore del bando Miur per le associazioni studentesche 2018)